Cloud hosting Linux aggiornato per WordPress.

Le performance e la SEO di un sito web non possono essere buone se si utilizza un hosting di bassa qualità. L’hosting condiviso tradizionale, a mio avviso, non offre un buon rapporto qualità prezzo ma soprattutto non permette di ottimizzare al meglio le caratteristiche tecniche di un sito web o di una web app.

Come è nato il cloud hosting.

Un servizio di web hosting rende accessibile i siti Web nel World Wide Web. I web host forniscono alle applicazioni web sviluppate dai clienti: i software di base, lo spazio di archiviazione, la potenza di calcolo e la connettività internet.

Con l’arrivo del cloud computing, quasi tutte le grandi aziende informatiche hanno iniziato a fornire potenza di calcolo e connettività internet come un servizio flessibile affidabile ed economico. Di conseguenza, oggi si può utilizzare il cloud computing di aziende altamente specializzate per costruire un’offerta di servizi aggiuntivi di alta qualità. Il cloud hosting nasce quando i servizi, aggiunti al cloud computing, servono per ospitare le proprie applicazioni web e quelle dei clienti.

I benefici della mia soluzione di cloud hosting.

Per i motivi precedenti, ho costruito una mia soluzione di cloud hosting Linux, che offro anche ai clienti. La mia soluzione di cloud hosting fornisce i benefici del migliore cloud computing con le ultime tecnologie software, sapientemente configurate e amalgamate. In questo modo ottengo maggiori prestazioni, flessibilità, sicurezza e controllo. Perciò, le applicazioni WordPress che sviluppo, per me e per i miei clienti, diventano molto più veloci, sicure, affidabili. Quindi, tutte le applicazioni web che usufruiscono dei miei servizi di hosting avranno dei vantaggi in termini di SEO.

Caratteristiche tecniche e funzionalità del mio hosting:

  • Attualmente, tutti i siti web che gestisco girano su dei Virtual Private Server (VPS) con Ubuntu 18.04, il database MySQL 8, https con http/2 e TLS 1.3. Per chi vuole l’http/2, la versione di PHP minima utilizzabile è la 7.3 ma consiglio la 7.4.
  • Per quanto riguarda l’affidabilità, effettuo giornalmente backup distribuiti incrementali e snapshot prima di ogni aggiornamento importante.
  • Quando devo sperimentare nuove configurazioni, o per gli aggiornamenti software più delicati e lunghi, posso sfruttare il Floating IP condiviso aggiungendo al cluster un nuovo VPS con le modifiche. In questo modo è facile e veloce eseguire lo switchover manuale tra le istanze per verificare i test o gli aggiornamenti.
  • Se serve la massima resilienza del sistema, sfruttando diversamente il floating IP, posso creare una soluzione di High Availability, configurando Bird, un demone Linux del Border Gateway Protocol (BGP). In questo modo si può aggiungere la funzionalità di failover automatico che interviene nel caso di malfunzionamenti nell’istanza attiva.

Per capire meglio, puoi leggere questo mio articolo sui vantaggi del cloud hosting. Posso offrire anche a te e alla tua azienda questi benefici su un server, o virtual server, dedicato o condiviso con chi decidi tu.

Scrivimi per avere maggiori informazioni

Enrico Filippucci Sales manager QuestSocial.
MilanoItalia.